Nuovo stabilimento SWEDBRAND in Polonia progettato all’insegna della sostenibilità

Scarti minimi, uso efficiente dell’energia, carte riciclate e riciclabili sono elementi chiave della strategia per la sostenibilità di SWEDBRAND

Hong Kong, Cina, 2° giugno 2021. SWEDBRAND Group, partner per la produzione di imballaggi per alcuni dei marchi più prestigiosi al mondo, ha reso noto oggi che il suo nuovo stabilimento di Danzica, Polonia, è stato progettato all’insegna della sostenibilità. All’avanguardia e altamente automatizzata, la struttura si avvale delle attrezzature e dei materiali più nuovi per supportare gli obiettivi di sostenibilità di SWEDBRAND e dei marchi per cui opera.

“I consumatori sono sempre più informati sulla sostenibilità dei prodotti che acquistano, anche per quanto riguarda gli imballaggi, così i marchi dedicano sempre maggiore attenzione agli imballaggi sostenibili” spiega Zaid Bunni, cofondatore e direttore di SWEDBRAND. “Abbiamo colto l’opportunità per progettare uno stabilimento totalmente nuovo garantendoci l’implementazione di processi più ecologici. Siamo inoltre lieti di avere Bogdan Putko come responsabile di stabilimento, cha ha 35 anni di esperienza nel settore degli imballaggi e ci ha aiutato a selezionare i materiali più sostenibili che potessimo trovare per le nostre scatole rigide di alta qualità, senza compromessi per la qualità.”

Il nuovo stabilimento di Danzica è una struttura all’avanguardia ed estremamente automatizzata per la trasformazione di scatole rigide di alta qualità. Tutte le scatole sono composte principalmente da cartone grigio, che rappresenta il 95% del peso complessivo del prodotto finito. Il cartone grigio utilizzato è derivato da carta riciclata ed è a sua volta riciclabile. “Se i marchi scelgono di ricorrere alla laminazione compostabile o non usare affatto la laminazione, le nostre scatole rigide di alta qualità sono riciclabili al 100%, e noi lo consigliamo sempre se possibile” aggiunge Bunni.

Lo stabilimento non ha un consumo di acqua industriale e utilizza colle di origine non animale ecologiche. La carta e il cartone provengono da cartiere europee e sono in gran parte realizzati con materiali riciclati e prodotti con polpa derivata da legno ottenuto da foreste gestite in modo sostenibile. Anche le carta residua, che è pochissima, viene riciclata. Lo stabilimento è riscaldato con gas naturale altamente efficiente ed ecologico e sono presenti molti lucernari, che consentono di ridurre la necessità di illuminare gli interni. Grazie a questa e ad altre caratteristiche, lo stabilimento SWEDBRAND di Danzica consuma una quantità di energia elettrica relativamente bassa considerati i volumi di scatole di alta qualità che produce.

“Dall’avvio di questo nuovo stabilimento,” afferma Bunni, “il nostro obiettivo è stato avere la struttura più sostenibile attualmente presente nel settore, e credo che ci siamo riusciti. Ma sappiamo che si può sempre migliorare, e siamo alla continua ricerca di modi per ridurre ancora di più l’impronta di carbonio”.

Per ulteriori informazioni sul nuovo stabilimento SWEDBRAND all’avanguardia di Danzica per la produzione di scatole rigide di alta qualità, visitare Swedbrand Group. Per programmare un incontro contattateci.

Profilo di SWEDBRAND Premium Packaging

SWEDBRAND Premium Packaging è una divisione del gruppo SWEDBRAND, fondato nel 2006 da Chris Magnusson e Zaid Bunni con investimenti esteri, con sede centrale a Hong Kong e uffici e fabbriche in Asia ed Europa Partner orgoglioso di alcuni tra i marchi più prestigiosi al mondo, SWEDBRAND offre una gamma completa di imballaggi, dalle scatole rigide di alta qualità e sacchetti lavorati a mano per prodotti di lusso fino a comodi sacchetti riutilizzabili e sostenibili molto richiesti dai principali rivenditori. Produce inoltre una gamma completa di soluzioni per cibi e bevande, da soluzioni di imballaggio premium per liquori, vini e dolciumi fino a contenitori con il marchio per bevande e pasti da asporto. La sua rete globale di fabbriche per la trasformazione di imballaggi consente ai marchi di avvalersi di una produzione regionale per soddisfare le richieste più esigenti relativamente a costi e consegna e diversificare il rischio nella filiera.